Participate Translate Blank profile picture
Image for Cafébabel affronta l'immigrazione dal lato Nord

Cafébabel affronta l'immigrazione dal lato Nord

Published on

News from home

In piena campagna per le elezioni europee, i media e la migrazione fanno parte anche del programma di Cafébabel. Due dei nostri giornalisti voleranno a Stoccolma, per 5 giorni in occasione degli Nordic Youth Media Days. L'obiettivo: allenare una squadra di giovani alla scrittura giornalistica sul tema dell'immigrazione.

A quasi due mesi dal grande scrutinio, l'ambito politico rispecchia l'immagine di gran parte delle varie elezioni nazionali di questi ultimi anni. Com'era prevedibile, l'immigrazione è una delle principali tematiche delle campagne per le elezioni europee del maggio 2019. Le speranze di una primavera ecologica germogliano per le strade, ma confini, sovranità e sicurezza rappresentano ancora delle tematiche profondamente radicate nei programmi elettorali.

Le onde di discorsi ansiogeni continuano tuttora a pervadere le menti e a radicarsi nei dibattiti. Nel frattempo, migliaia di naufraghi continuano ad affondare nelle acque profonde del Mediterraneo. 2 277 nel 2018 secondo le cifre dell'Ufficio dell'Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati. E dietro la questione della sicurezza, ci sono spesso slanci xenofobi che invadono i discorsi dei politici appena i rifugiati arrivano alle frontiere.

Vedere anche : « Soluzioni per i rifugiati: l'Ue la prende larga »

Il minimo che si possa dire è che sull'immigrazione, spesso rivestita dal mantello della disinformazione, è stato versato tanto inchiostro, quasi mai nel bene, e molto spesso nel male. Si tratta di un argomento delicato. Ma non siamo meno convinti che sia necessario parlarne, e imparare a parlarne. In questo marzo pazzerello, due dei nostri giornalisti voleranno a Stoccolma in occasione degli Nordic Youth Media Days, per il seminario « More than one story - training for young media makers on diversity in reporting on migration ». Dal 19 al 24 marzo, Matthieu Amaré, giornalista e responsabile editoriale della versione francese, e Ana Valiente, giornalista freelance che vive a Madrid ed ex redattrice della versione spagnola, alleneranno una squadra di giovani alla scrittura giornalistica, sul tema dell'immigrazione.

Per questo nuovo evento organizzato dalla Nordic Press Association, lo scopo è quello d'invitare i giovani Svedesi, Danesi, Finlandesi e Norvegesi selezionati a interrogarsi sul trattamento mediatico della questione migratoria. Per comprendere meglio la situazione attuale, saranno presenti anche dei giornalisti provenienti dal continente africano.

Alt text

È da molto tempo che Cafébabel si occupa dell'immigrazione. Tra le tematiche centrali della rivista, l'immigrazione è stata oggetto di numerosi e lunghi reportage, di Who Cares e di riflessioni per la redazione. Solo che come spesso accade, Cafébabel ha voluto intervenire scegliendo di trattare l'argomento in modo positivo, cercando d'interrogare quelli dai discorsi allarmisti e spaventosi su un problema di attualità che a volte si cerca di risolvere con i numeri. Matthieu e Ana cercheranno di trasmettere ai nostri amici scandinavi questo giornalismo d'impatto, personificato, incentrato sulla persona umana unito al dialogo. Questa è anche un'occasione per la rivista di ottenere un numero maggiore di contributi da parte di questa regione del nord dell'Europa.

Un nuovo inizio per Cafébabel. Infine l'opportunità di una bella collaborazione europea sulla questione dell'immigrazione, per cambiare il solito clima politico. E questa volta, la parola chiave della pratica giornalistica sarà diversità.


Leggere anche : « Réfugiés en Europe : gloire aux villes rebelles ? »

Leggere anche : « Les médias, les migrants et Cafébabel »

Leggere anche : « Cafébabel et les médias européens de demain »

Foto di copertina : © Anni Savolainen

Translated from Cafébabel s'attaque à la migration par la face Nord