Participate Translate Blank profile picture
Image for Strasburgo, le dodici facce del multiculturalismo

Strasburgo, le dodici facce del multiculturalismo

Published on

Story by

Default profile picture David Tett

Translation by:

Jacopo Franchi

societàLifestyle

Il nome della città francese, e tra le capitali dell'Unione Europea, viene dal latino 'strate burgum', letteralmente 'città delle strade'. Oggi Strasburgo è diventata, grazie alle campagne pubblicitarie dell'UE, il primo 'incrocio dell'Europa" (dal francese   "le carrefour of the europe'). In che misura quest'immagine è vera per gli immigrati? Presentiamo qui, in una serie di 12 fotografie professionali, l'ambiente quotidiano di alcuni immigrati dagli altri paesi dell'Unione: Sergiu, Dilara, Andra, Argas, Alexandre, Evangelos, Didier.. tutti provenienti da culture ed età differenti. I colori di ogni immagine riflettono la diversità dei loro percorsi di vita. A dispetto delle opinioni più positive, i nostri intervistati si trovano d'accordo sul fatto che la piena integrazione è ancora di là da venire.

Questa galleria fa parte della settima edizione dei reportage speciali di cafebabel.com sul  multiculturalismo in Europa. Si ringrazia la redazione locale di cafebabel.com Strasburgo.

Tutte le foto: © David Tett.

Sergiu Pop, studente, Romania

'Ci sono persone di tantissime nazionalità diverse che vivono qui a Strasburgo. Tuttavia, la soluzione all'integrazione dipenda da una reale conoscenza delle diverse culture. Abbiamo bisogno di capirci l'un l'altro e così facendo incoraggiare la solidarietà fra le persone"

(Foto di © David Tett per 'Multikulti on the ground Strasbourg' di cafebabel.com)

Dilara Hatipolglu, studentessa, Turchia

"L'integrazione culturale non è mai raggiunta per sempre. Qui in Strasburgo dobbiamo lottare per avere uguali diritti ai francesi. Tutti devono affrontare questo problema, in modo onesto e diretto".

(Foto di © David Tett per 'Multikulti on the ground Strasbourg' di cafebabel.com)

Andra Daniela

Andrea è la segretaria dell'UDEES (Union des Etudiants Etrangers a Strasbourg). "Anche se le persone qui sono più aperte che altrove, c'è ancora molta strada da fare, specialmente per quelle comunità o culture circondate da ignoranza e paura".

Andrea pensa che "con una vera conoscenza di una cultura arriva anche la soluzione per la sua integrazione in quella francese".

(Foto di © David Tett per 'Multikulti on the ground Strasbourg' di cafebabel.com)

Argas Ahcene, studente, Algeria

"E' evidente come le diverse culture siano integrate a Strasburgo. L'ambiente universitario, il Consiglio dell'Europa, i milieue artistici e i festival favoriscono la comunione tra le diverse persone".

(Foto di © David Tett per 'Multikulti on the ground Strasbourg' di cafebabel.com)

Alexandre Istchenko, studente, Russia

"L'integrazione tra le diverse nazionalità deve funzionare in entrambe le direzioni. Poche persone lo capiscono. Le persone che vivono qui devono metter da parte i loro pregiudizi".

(Foto di © David Tett per 'Multikulti on the ground Strasbourg' di cafebabel.com)

Igor Gaom, Bosnia

'"Non mi son mai sentito uno straniero qui. Quando sono arrivato a Strasburgo, questa è diventata immediatamente la mia città, la mia vita. Qui puoi integrarti quanto vuoi, è una città davvero amichevole".

(Foto di © David Tett per 'Multikulti on the ground Strasbourg' di cafebabel.com)

Evangelos Gintersos, diplomatico, Grecia

Dopo aver vissuto a Strasburgo per 25 anni, Evangelos può dire di aver visto "una certa evoluzione per quanto riguarda l'integrazione. La cultura del bistrot riflette, qui, lo scambio di culture  e linguaggi che può essere notato ad ogni angolo della strada. Tutto il mondo viene qui".

(Foto di © David Tett per 'Multikulti on the ground Strasbourg' di cafebabel.com)

Didier and Lindzy Tossé, studenti dalle isole Mauritius

Hanno vissuto a Strasburgo per 6 mesi (Didier) e 11 (Lindzy). "Strasburgo è un solo, grande villaggio. Tutti possono vivere qui seguendo il loro proprio ritmo. Gli alsaziani sembrano persone riservate, ma la loro amiciza è senza fine".

(Foto di © David Tett per 'Multikulti on the ground Strasbourg' di cafebabel.com)

Sadoui Hamza, studente algerino

"Il multiculturalismo qui ha molto da offrire a tutti".

(Foto di © David Tett per 'Multikulti on the ground Strasbourg' di cafebabel.com)

Marie Ngo Nkana, Camerun

"Mi trovo in sintonia con questo ambiente multiculturale: imparo molto dalle altre persone, uno scambio di idee che non è semplice trovare altrove".

(Foto di © David Tett per 'Multikulti on the ground Strasbourg' di cafebabel.com)

Jesus Vida Corral, disoccupato, Spagna

Si trova qui solo da 4 mesi. "Strasburgo è una delle capitali dell'UE, il vero centro multiculturale dell'Europa. Per alcuni aspetti è come un incrocio, 'Le Carrefour de L'Europe'".

(Foto di © David Tett per 'Multikulti on the ground Strasbourg' di cafebabel.com)

Alena Abramoua, studentessa, Russia

'E' facile sentirsi integrati qui a Strasburgo, perché ci sono molte persone aperte, generose, che adorano parlare con gli stranieri".

(Foto di © David Tett per 'Multikulti on the ground Strasbourg' di cafebabel.com)

Translated from Strasbourg: the twelve faces of multiculturalism (12 images)