Participate Translate Blank profile picture
Image for Soupe à l'Union (E1): in Slovacchia, la via verso l'astensione

Soupe à l'Union (E1): in Slovacchia, la via verso l'astensione

Published on

Soupe è l'UnionSlovacchiaElezioni europee 2019

In questa puntata del nostro podcast in lingua francese, Soupe à l'Union, ci dirigiamo verso la Slovacchia, "giovane" stato membro dell'Ue. Gli abitanti della regione della Žilina ci raccontano la loro Europa.

A seguito delle ultime elezioni europee del 2014, la situazione sembra chiara: gli slovacchi votano poco. Anzi, peggio: sono quelli che votano di meno in tutta l'Unione europea. Euroscetticismo o cultura dell'astensione? La seconda tornata delle elezioni presidenziali ha visto solamente il 40 per cento degli slovacchi recarsi alle urne. Si è trattato di fenomeno rilevante, segno di un popolo che non crede più nella propria classe politica. Alla vigilia delle prossime elezioni europee, abbiamo voluto fare qualche domanda ai cittadini del Paese sul loro rapporto con l'Europa.


In collaborazione con Bulle Média

Foto di copertina: (cc)monikasmigielska/pixabay

Story by

Julien Marcy

After having studied Media, Film and Theater studies in Vienna, I am currently finishing my Master's degree in journalism at ULB in Brussels. Keen on storytelling, I have been writing and directing commercials as well as music videos. The podcast Soupe à l'Union, which I was happy to help getting started with CaféBabel, is my newest and most exciting adventure yet.

Léa Marchal

Babélienne depuis 2018, je suis désormais responsable de la version française de Cafébabel.com. Je suis également la rédactrice-en-chef du projet Generation Yerevan, co-créatrice du podcast Soupe à l'Union, et journaliste pour la série de podcasts En Périphérie.

Translated from Soupe à l'Union : en Slovaquie, la route de l'abstention