Participate Translate Blank profile picture
Image for I don't like Mondays #19 La Playlist dello Strà, il Festival delle Arti di Strada

I don't like Mondays #19 La Playlist dello Strà, il Festival delle Arti di Strada

Published on

Milano

Tre giorni all'insegna di giocoleria, acrobati, musica, clownerie e tanto altro. Va in scena a Milano lo Strà, il Festival delle Arti di Strada. Allegria e colori nella città che va sempre di corsa

Vulcanica Percussionisti

«Vulcanica nasce da un'idea semplice, e per questo vincente: la musica e il desiderio di esprimere la propria creatività e passione sono dentro ciascuna persona. Non contano strumenti e strumentazioni, tecniche e tecnologie, luoghi e modi, conta l'individuo, il suo cuore, la sua "intenzione"» recita la loro biografia sul sito ufficiale. Bidoni, cerchioni e copertoni sono le loro percussioni. Uno spettacolo inscenato in un'atmosfera molto "black". Apriranno le esibizioni musicali dello Strà venerdì 25 settembre, alle ore 21, nel Cortile delle Armi del Castello Sforzesco.

King Barra

Un "Bob Marley africano", di origini senegalesi, ha vissuto per molti anni in Marocco prima di arrivare in Italia nel 2011. King Barra integra le melodie africane con il tradizionale reggae con il più moderno dancehall. Nel video, un'esibizione di strada in cui interpreta magistralmente l'inno del reggae, No Woman No Cry. Si esibirà sabato 26, alle 15, in largo Cairoli angolo via Dante.

Quatter Malnatt

Chi se canta in milanès! Per gli "stranieri", "Qui si canta in milanese". Il Festival si tiene tra le strade di Milano, e quindi non potevano mancare le tradizionali note della musica milanese. Voce, chitarra, contrabbasso e fisarmonica alla riscoperta dei classici d'autore del repertorio milanese, in dialetto e in italiano. I Quatter Malnatt si esibiranno domenica 27, alle 15, in largo Cairoli angolo via Dante.

Elianto, l'inventacanzoni

Uno degli artisti più interessanti di questa tre giorni (non ce ne vogliano gli altri!!). Un vero e proprio artista di strada, munito di chitarra, improvvisazione e fantasia. Elianto improvvisa al momento, e il pubblico è la sua (simpatica) fonte di ispirazione, ascoltare per credere. Un «cantautore milanese con tanto da dire e poco da fare...». Si esibirà domenica 27, alle 15, in piazza Cordusio angolo via Dante.

loading...