Participate Translate Blank profile picture
Image for I fotografi di cafebabel.com e la crisi in Europa

I fotografi di cafebabel.com e la crisi in Europa

Published on

Translation by:

Default profile picture Debszzz

CulturasocietàPolitica

Tra il 2009 e il 2010, i nostri fotografi hanno immortalato gli effetti della crisi economica nelle varie città europee. Tra i protagonisti degli scatti figurano gli spazi pubblici polacchi, tedeschi e ungheresi, ma anche i volti dei francesi e degli italiani o le iniziative dei rumeni e dei lituani. Ecco la retrospettiva.

I giovani di Atene

Luglio 2010. La crisi in Europa è vista con più leggerezza da coloro che vivono al di fuori del continente, anche se spesso ne sono i più coinvolti. I greci sono i laureati più qualificati in Europa, ma sono quelli che vengono pagati di meno. La fotografa rumena Dana Cojbuc incontra una banda di ragazzi nelle strade del quartiere dell’alternativa capitale greca. Guarda la galleria d’immagini 'Giovani di Exarchia: generazione 700 euro' (Foto: ©Dana Cojbuc)

Immigrati a Torino

Dicembre 2009. La fiorente economia di Torino ha attratto migliaia di immigrati da tutto il mondo. Panoramica di un quartiere poco trendy ma molto importante. Guarda la galleria d’immagini 'Immigrati durante la crisi per le strade di Torino' (Foto: ©Greg Fonne/g-fonne.com)

Sobborghi parigini

Marzo 2010. Chi abita nella periferia di Parigi è spesso considerato come un outsider rispetto agli abitanti veri e propri della città. È lì che il fotografo Simon Chang, residente a Lubiana, ha trovato la ricchezza di una diversità culturale unica in Francia. Guarda la galleria d’immagini 'Seine-Saint-Denis: tatuaggi, pugilato e hip hop nei sobborghi di Parigi' (Foto: ©Simon Chang/simon.chinito.com/)

I

Giugno 2010. Il fotografo britannico David Tett li definisce come i luoghi dell’anonimato nel mondo moderno. La crisi nella capitale della Germania è legata ai suoi spazi metafisici. Guarda la galleria d’immagini 'Berlino: il non-luogo urbano' (Foto: ©David Tett/davidtett.com)

Ai confini di Budapest

Aprile 2010. Dai quartieri-baraccopoli al metrò: il fotografo francese Damien Sueur riporta alla luce i quartieri più cupi della capitale ungherese. Guarda la galleria d’immagini 'Budapest: povertà, Roma e i quartieri’ (Foto: ©Damien Sueur/ damienrayuela.fr/)

I progetti teatrali interattivi di Varsavia

Giugno 2010. La crisi vista anche dai luoghi privati. "X apartments" è un tour teatrale, che effettua brevi fermate in appartamenti privati di Varsavia cercando di fornire, con delle piccole opere teatrali, un punto di vista diverso della capitale e della crisi. Guarda la galleria d’immagini 'X-apartments: Varsavia, piccole opere teatrali fatte in casa' (Foto: ©Ezequiel Scagnetti/ezequiel-scagnetti.com)

Spazzini e ‘shitas’ a Vilnius

Aprile 2010. Raccontare la crisi in Europa porta necessariamente al tema del verde in città. La crisi non è passata inosservata, ma la capitale lituana è ancora piena di forme di intrattenimento e iniziative pubbliche popolari chiamate “shitas”. Guarda la galleria d’immagini 'Dà vita al tuo ‘shitas’ a Vilnius' (Foto: ©James Mulholland)

Gli eco-guerrieri di Bucarest

Maggio 2010. Lo stesso discorso vale per Bucarest. La fotografa francese Anne-Lore Mesnage identifica degli esempi di persone interessate al riciclaggio, all’uso della bici e al... cotone organico. Tutto ciò contribuisce a rendere la capitale rumena ecologicamente più consapevole. Guarda la galleria d’immagini 'La falce e la città: Bucarest diventa più sostenibile’ (Foto: ©Anne-Lore Mesnage/ anneloremesnage.com/)

La non-crisi di Vienna

Aprile-Maggio 2010. Infine, naturalmente, cercavamo la crisi in Europa laddove non è mai esistita. Gli austriaci parlano di uno stato potente e ricco, che è intervenuto in tempo e ne ha assorbito i contraccolpi. Guarda la galleria d’immagini 'Inseguendo la crisi nella spensierata Vienna’ (Foto: ©Lucian Stanescu/blog.stanescoo.com)

Translated from cafebabel.com photographers hunt crisis in EU cities

loading...