Participate Translate Blank profile picture
Image for Dibattito sul cinema: il processo Oleg Sentsov

Dibattito sul cinema: il processo Oleg Sentsov

Published on

News from home

Cafébabel torna con un nuovo dibattito sul cinema nel cuore di Bruxelles. Per l’occasione, sarà sotto i riflettori Oleg Sentsov, vincitore del premio Sakharov 2018. Nel documentario The Trial, Askold Kurov ha documentato i retroscena del processo dell'attivista, oggi detenuto in Siberia.

15 luglio 2018. È il mese in cui, in Russia, sul campo dello stadio Loujniki finisce il campionato mondiale di calcio. Ancora prima dell'inizio della partita finale, i giornali dichiarano che è la competizione è da considerarsi una sfida vinta per Vladimir Putin.

Abbandonare gli stereotipi e mostrare un'immagine accogliente e sorridente della Russia: a Putin era quasi riuscito il capolavoro. Ma ecco che, al minuto 52 della partita, arriva un rapido ritorno alla realtà. Quattro membri del collettivo Pussy Riots fanno irruzione in campo. L'atto dura solo pochi secondi e la partita ricomincia. In seguito si scoprirà che i membri del collettivo volevano attirare «l’attenzione sulle violazioni dei diritti umani in Russia».

Il 15 luglio 2018 è anche il 63° giorno di sciopero della fame per Oleg Sentsov, regista e attivista ucraino, oppositore dell'annessione della Crimea alla Russia. Sentsov è stato condannato nel 2014 per «complotto finalizzato ad atti terroristici» e imprigionato per i prossimi 20 anni in un campo di lavoro siberiano.

«145 giorni di lotta, 20 kg in meno e il mio obiettivo non è stato raggiunto»

Da allora, Oleg Sentsov è stato costretto a porre fine allo sciopera della fame, con cui voleva ottenere la liberazione di tutti i prigionieri politici ucraini detenuti in Russia. Una mobilitazione internazionale ha sollecitato la liberazione di Sentsov, denunciando gli atti di abuso a cui è sottoposto e le irregolarità nel corso del processo.

Nel mese di dicembre 2018, il Parlamento europeo ha assegnato a Sentsov il premio Sakharov per «l'eccezionale contributo alla lotta per i diritti umani nel mondo».

Nel documentario The Trial, Askold Kurov ha documentato i retroscena del processo Sentsov.

Cafébabel ha organizzato la proiezione del documentario con dibattito as eguire.

Per discutere e rispondere alle vostre domande, saranno presenti Maryse Hendrix, coordinatrice Cultura di Amnesty International Belgio, e Michayl Christov della Sottocommissione per i diritti umani del Parlamento europeo (DROI).

Già lo scorso agosto, Amnesty International ha lanciato un appello per la liberazione di Oleg Sentsov, qualificando il processo a cui è stato sottoposto come "stalinista".

La Sottocommissione del Parlamento europeo ha a sua volta organizzato l'assegnazione del Premio Sakharov ai rappresentanti legali di Oleg Sentsov: sua cugina, Natalia Kaplan, e il suo avvocato, Dimitri Dinze.

Il dibattito si svolgerà il prossimo 16 aprile, dalle 19 alle 21, al cinéma Palace - Boulevard Anspach 85, 1000 Bruxelles.

L’ingresso è gratuito, ma non dimenticate di prenotare il vostro biglietto tramite la biglietteria online: il numero di posti è limitato!

Alt text

Foto in copertina : © Sergei Venyavsky

Story by

Translated from Ciné-débat : le procès d'Oleg Sentsov